statistiche gratuite
All Posts By

Valerio Makevu

Soocoo C10: Unboxing & Recensione

By | Tecnologia

Molte sono le action cam sul mercato, tante le fregature e tante sono quelle costose. Oggi andremo ad analizzare una action cam che al suo prezzo di vendita farà sicuramente la differenza.

Vi stiamo parlando della Soocoo C10: prezzo di € 99,00.

Si avete capito bene solo 99 euro per accaparrarsi una action cam di tutto rispetto e con un parco accessori ( incluso nel prezzo ) da far invidia alle più blasonata Gopro Hero ( la più economica per intenderci ) che è stata immessa sul mercato da poco. Certo non vogliamo gridare al miracolo perchè i difetti ci sono, però è sempre ammirevole e degno di lode quando un’azienda emergente vuole mettere a portata dei più una tecnologia cosi interessante.

Questo tipo di prodotto ha fin da subito conquistato quella frangia di clienti che ha sempre desisitito nell’acquisto di una action cam a causa dei prezzi non sempre convenienti. Diciamolo pure le gopro sono un prodotto di nicchia e per professionisti, non di certo un prodotto adatto a persone che vogliono dilettarsi con riprese amatoriali delle proprie vacanze o delle proprie escursioni.

Ebbene questa piccola C10 potrà soddisfare le esigenze di questa tipologia di cliente, non troppo pretenziose è ovvio , con la sua massima risoluzione video ( 1080p ) e con il suo obiettivo grandangolare ( fino a 170°).

Al primo avvio, le prime prove con la Soocoo C10, mi hanno positivamente colpito in quanto nonostante le condizioni volutamente al limite nei test, se l’è sempre cavata egregiamente.

Anche in zone molto scure la ripresa rimane comunque discreta ed è praticamente assente rumore nelle immagini. Lo zoom digitale, come in tutta la categoria è presente, ma meglio farne a meno poichè crea artefatti, specialmente se impostato a 3X e 4X.Sconsiglio di andar oltre il 2X, e poi in queste Sport-Camera è una funzione che poco ci serve.

Nelle riprese effettuate in questi giorni si nota subito la bellezza dei colori, con una taratura di gamma tendente al blu. La gestione da parte dell’esposimetro elettronico è sempre all’altezza della situazione: luminosità, chiarezza del dettaglio sono sempre al top.

La cam ha un monitor da 1,5″ con un menù ispirato alla intuitiva semplicità, ed i pulsanti per impostare le funzioni sono ben disposti quanto ergonomicamente comodi.

In conclusione posso dire che la Soocoo C10 si tratta di una ottima actioncam curata anche nell’assemblaggio che mi ha soddisfatto per la qualità generale delle immagini (impressionante, la gestione in condizioni di scarsa illuminazione). Supporta microSD fino a 32GB e la batteria è una Li-Ion monocella da 3,7V 900mAh che assicura poco più di 60 minuti di registrazione in FHD 1080p/30fps.Abbastanza ricca la dotazione di accessori: una miriade si staffe, adesivi, supporti (tra i quali anche quello a vite per il cavalletto, oltre ad un utile orientabile).

Vi lasciamo qui di seguito la nostra video-recensione :

ASUS ZENFONE 2: ze500cl Unboxing & Recensione

By | Tecnologia

Asus Zenfone 2 ha avuto fin da subito un ottimo consenso tra i vari potenziali acquirenti soprattutto perché forte del prezzo. Infatti Asus molto furbescamente ha sfornato più versioni omonime con differenze nelle sigle specifiche che però fanno la differenza per quanto riguarda il prezzo e soprattutto per le performance.

Oggi andiamo ad analizzare la versione più economica della serie Zenfone 2 ovvero la Ze500cl.

Partiamo subito col parlare del prezzo di listino, davvero molto interessante. Infatti solo € 199,00 per accaparrarsi uno smartphone che può contare su un hardware di tutto rispetto.

HARDWARE : 

All’interno di questa variante ZE500CL abbiamo un processore Intel Atom Z2560 dual core da 1,8 GHz. La RAM ammonta a 2 GB e la memoria interna a 8 GB. È anche disponibile una variante da 16 GB che consigliamo fra le due. Come si può dedurre dalle specifiche tecniche abbiamo una componentistica hardware davvero notevole.

Lo schermo da 5 pollici ha una risoluzione di 1280 x 720 pixel ed è in tecnologia IPS. La resa dei colori è molto buona, anche se vira leggermente ai toni scuri inclinando la visuale del telefono. La luminosità automatica è generalmente buona, anche se a volte è rimasta leggermente inferiore al livello che avremmo desiderato. Impostandola manualmente potrete arrivare anche a livelli di luminosità notevoli.

Supportato il doppio toppo per bloccare e sbloccare il display, così come varie gesture per avviare le nostre applicazioni preferite a schermo spento.

 

DESIGN : 

Il device è composto per la maggior parte da policarbonato che però risulta essere assai gradevole al tatto e abbastanza ben curato. Ovvio che non siamo dinanzi ad uno dei più bei smartphone del panorama hi-tech però tutto sommato è elegante e non troppo scontato.

Qui di seguito vi rimandiamo alla nostra Video-Recensione completa per una disamina più specifica.

VIDEORECENSIONE ASUS ZENFONE 2 ZE500CL

Samsung Galaxy J1: Recensione breve

By | Tecnologia

Samsung continua la sua infinita produzione di smartphone a volte anche inutili. Fortunatamente questo Galaxy J1 sembra non essere tanto inutile, soprattutto per la fascia di prezzo e il target che va a ricoprire. Galaxy J1 è un terminale molto interessante soprattutto per il prezzo ( € 129 ) che attira così molti potenziali clienti che si avvicinano per la prima volta al mondo smartphone. Certo le prestazioni non sono quelle  che dovrebbe ricoprire un medio gamma del mercato, però svolge il suo lavoro in maniera egregia e riesce a garantire un’ autonomia di almeno un giorno. Passiamo, dunque, alla nostra recensione nel dettaglio:

FORM FACTOR : VOTO 7 Nonostante non sia uno smartphone di pregio bisogna ammettere che questo dispositivo è molto carino e le sue linee sono accattivanti e mai scontate. Quest’anno la casa sudcoreana ha veramente fatto un passo in avanti in termini di design per i suoi dispositivi. Materiali costituiti da un ottimo policarbonato che ricopre lo smartphone, rendendolo così più resistente ad eventuali urti e cadute.

DISPLAY : VOTO 6 E’ certo che ad oggi vedere display di questa qualità fa rabbrividire ( risoluzione 480 x 800 ) ma in uno smartphone di questo livello non ci si poteva aspettare di più. Tale risoluzione è stata adottata soprattutto per favorire una maggiore resa della batteria in termini di autonomia. La diagonale di 4.3 pollici è sufficiente per un esperienza smart a tutto tondo. Pessima la visibilità sotto la luce diretta del sole.

ECCO LA NOSTRA VIDEORECENSIONE :

BATTERIA : VOTO 7 Come anticipato, la batteria ( 1850mah ) grazie alla bassa risoluzione del display riesce a garantire una giornata di uso intenso senza troppi problemi. Con il risparmio energetico attivo  arrivare a due giorni di autonomia non è un’utopia.

HARDWARE : VOTO 5.5 Questo smartphone non verrà annoverato sicuramente tra i migliori del 2015 nella sua fascia, soprattutto per il comparto hardware che è veramente scandaloso. Oggi avere a che fare con un dispositivo dotato di soli 512 mb ram è alquanto anacronistico e poco piacevole. Il processore è un discreto dual core spreadtrum cortex A7 1.2 ghz coadiuvato ad un scheda video Arm mali 400mp che non garantisce sessioni di gaming pesante. Lo storage è di soli 4gb espandibile mediante microsd fino a 128gb.

BROWSER : VOTO 6- Appena sufficiente l’esperienza web browsing che accompagna questo Galaxy J1. Il display certo non aiuta l’esperienza che non di rado deve subire vari problemi di lag e di mancata reattività ai comandi che si impartiscono. Senza mezzi termini diciamo che il browser è utile solo per consultare news su internet prettamente su siti studiati ad hoc per il mobile.

FOTOCAMERA : VOTO 6.5 Abbiamo due fotocamere discrete su questo terminale che per certi versi può apparire controverso dati i suoi alti e bassi. Sul retro abbiamo una fotocamera da 5 megapixel ( con flash led ) che riesce ad acquisire immagini abbastanza buone in diurna, da dimenticare le foto in notturna che sono sempre caratterizzate da colori impastati e poco definiti. La fotocamera anteriore da 2 megapixel è invece ideale per gli amanti dei selfie seppur poco nitidi.

AUDIO : VOTO 6.5 Lo speaker di sistema è discretamente potente anche se a tratti restituisce un suono gracchiante e poco piacevole. Capsula auricolare sempre perfetta in ogni circostanza. Comparto audio degno di uno smartphone di questa fascia.

CONCLUSIONI : Siamo dinanzi all’ennesimo smartphone di samsung che però può essere utile  per far avvicinare i neofiti al mondo della tecnologia mobile senza che quest’ultimi abbiano una pessima prima esperienza; causando cosi un repentino allontanamento. Piuttosto questo smartphone potrà accendere l’interesse di queste persone che rapite dalle potenzialità di alcune funzioni smart, avranno sicuramente presto il desiderio di acquistare un nuovo dispositivo ben più prestante. Potremmo definire il Galaxy J1 un’ottima fase di transizione.

Samsung Galaxy S6: Unboxing & Recensione

By | Tecnologia

Dopo anni e anni di materiali premium solamente agognati dalla maggior parte dei clienti samsung , la casa sud Coreana si è decisa a fare il grande passo. Il nuovo Top di gamma, Galaxy S6, non delude sotto questo punto di vista. Linee eleganti e sinuose delineano il ristrutturato design del nuovo nato della serie Galaxy. Certo non sarà rivoluzionario come il suo gemello diverso Edge, ma il grande lavoro effettuato sotto il profilo design è notevole in entrambe le versioni. Non delude nemmeno il comparto hardware, dove samsung conscia dei piccoli problemi del prematuro snapdragon 810, ha furbescamente virato sullo sviluppo di un processore proprietario che vedremo comportarsi molto bene nel corso della videorecensione.

Finalmente in quest’ultimo top di gamma della serie Galaxy abbiamo un software adeguato e quasi sembra cucito su misura (Android Lollipop 5.0.1 a 64 bit). La Touchwiz è stata completamente ridisegnata e dove prima vi erano lag e problemi di fluidità ora termini come reattività e velocità sono quasi imperativi. Diciamolo pure, quest’anno il Galaxy S6 è il terminale da battere; anche se qualche problemino lo abbiamo riscontrato. Non vi anticipiamo nulla.

Partiamo subito con la recensione dettagliata :

FORM FACTOR : VOTO 9 Come anticipato prima, siamo dinanzi ad un terminale di alta qualità dotato di materiali sopraffini. Le linee eleganti di questo S6 sono il frutto di un grande lavoro che ha avuto il suo preludio con l’ormai dimenticato Galaxy Alpha e la nuova gamma Galaxy A. I lati sono completamente fatti di alluminio con un incavatura che ne aumenta il grip e ne assicura, quindi, un’ ottima impugnabilità. Il retro è avvolto da un pregiato Gorilla Glass 4 ( uguale al lato anteriore ) molto resistente ed elegante. La superficie del Gorilla Glass 4 trattiene molto le ditate però non tutto si può avere, se si vuole la bellezza e la qualità è ovvio che qualche piccolo compromesso bisogna esserci.

VIDEO delle nostre PRIME IMPRESSIONI:

DISPLAY : VOTO 9 Uno dei più bei pannelli mai visti su smartphone ( 5.1 pollici ). Risoluzione paurosa ( 2560 x 1440 – QHD – 577 ppi ) che restituisce immagini fantastiche e mai smorte. Colori a volte un pò troppo vividi ( possibile settare la taratura dei colori a proprio piacimento ) ma il super – Amoled è un display che risulta ancora una volta essere vincente e che permette un risparmio energetico avanzato senza eguali ( anche se leggermente meno performante di note 4 e galaxy s5 ).

BATTERIA : VOTO 6.5 Unica nota dolente per uno smartphone che altrimenti avrebbe rasentato la perfezione è proprio la batteria o meglio l’ottimizzazione della gestione di quest’ultima. In effetti la batteria in sé non è male (2550 mah ) anche perché sarebbe stato difficile fare di meglio con uno spessore abbastanza ridotto ( 6.8 mm ). Allora è facile intuire che c’è stata poca ottimizzazione software per quanto riguarda la gestione della batteria. Problema in parte arginato da un aggiornamento dell’applicazione Samsung Push service tramite play store. Infatti un sensibile miglioramento in termini di autonomia c’è stato dopo questo aggiornamento.

HARDWARE : VOTO 9 Tolta la fotocamera che analizzeremo in un focus dedicato, la dotazione hardware di questo Galaxy S6 è veramente degna di nota. Abbiamo un processore proprietario di ultima generazione Exynos 7420 octacore 64 bit ( composto da un quadcore cortex A53 1.5 GHz e da un quadcore cortex A572.1 GHz ). Il tutto accompagnato dalla nuova memoria ROM UFS 2.0  in tagli da 32, 64 o 128 gb. Memoria ram da 3 gb. Dotazione Hardware che garantisce delle prestazioni sempre al top in ogni circostanza. Si assiste sempre a delle animazioni fluide e mai troppo invasive.

GAMING : VOTO 9 L’ottima scheda video Arm Mali T760 restituisce un ottima resa grafica nonostante sia difficile con un display cosi risoluto. Ottima l’esperienza videoludica con questo terminale che sembra quasi non essere mai messo sotto stress, nemmeno con giochi pesanti che sprigionano una grafica davvero dettagliata. Una sola parola : Perfetto.

BROWSER : VOTO 9 Come non accadeva da molto tempo, quest’ultimo Galaxy S6 è davvero molto fluido nel esperienza Web Browsing. Ottimizzazione software ad alti livelli come detto più volte e questo influisce non di meno sulle performance del browser che non sempre ha brillato negli anni precedenti. Questa volta siamo dinanzi ad un browser stock perfetto senza lag e problemi di sorta.

ECCO LA NOSTRO VIDEO – RECENSIONE BREVE : 

FOTOCAMERA : VOTO 9.5 Quest’anno Samsung ha puntato alto. Il giudizio finale, come sempre, passa soprattutto anche per il voto del comparto fotografico. Una fotocamera retro che può contare su un sensore di altissima qualità da 16 Mpx con F 1.9. Quest’ultimo dettaglio ( F 1.9 ) è quello che fa veramente la differenza sopratutto in foto scattate in condizioni di luce scarsa e notturna. Dotata anche di stabilizzatore meccanico e software che durante le riprese effettuano egregiamente il proprio lavoro garantendo immagini stabili e mai mosse. Foto in diurna sempre buone e dai colori nitidi e ben bilanciati. Arriverà però presto un intero Focus dedicato alle prestazioni della fotocamera.

AUDIO : VOTO 9 Finalmente siamo tornati alla posizione migliore di locazione dello speaker di sistema. La cassa acustica torna sulla zona inferiore dello smartphone, facendo cosi in modo che il suono non venga strozzato quando il terminale viene posato su ripiani fonoassorbenti. Detto questo bisgona sottolineare un ottima resa in termini qualitativi e la presenza di bassi più corposi. Ottima anche la potenza della riproduzione audio. Capsula auricolare sempre perfetta e performante.

ECCO LA NOSTRA VIDEORECENSIONE ESTESA : 

 

CONCLUSIONI Bene eccoci arrivati alle conclusioni. Siamo finalmente dinanzi ad uno smartphone che ci sa sorprendere in tutte le maniere. Eccelle quasi in tutti i comparti : Fotocamere favolosa , forse la migliore su Android, batteria da rivedere. Consigliato a tutti coloro che non vogliono rinunciare al design e ai materiali premium in favore delle prestazioni che in questo caso ci sono e sono da vero titano. Galaxy S6 è lo smartphone da battere nel 2015.